Borsa A Tracolla Da Donna Borsa A Tracolla Da Donna In Pelle Con Tracolla A Tracolla Grey

B07BNZ3MRB

Borsa A Tracolla Da Donna Borsa A Tracolla Da Donna In Pelle Con Tracolla A Tracolla Grey

Borsa A Tracolla Da Donna Borsa A Tracolla Da Donna In Pelle Con Tracolla A Tracolla Grey
  • Dimensioni: Lunghezza: 26 cm, Larghezza: 14 cm, Altezza: 23 cm.
  • Porta facilmente il tuo cellulare, portafoglio, cosmetici, ombrelli e altri oggetti quotidiani.
  • Cuoio
  • Materiale esterno: PU Leather; Materiale interno: poliestere.
  • Chiusura superiore con cerniera, fornita con 1 * tracolla staccabile e regolabile. Fatto da materiale di qualità.
  • Ideale per l'ufficio, il lavoro, la scuola, l'università, le vacanze, i fine settimana, i viaggi e un regalo perfetto.
Borsa A Tracolla Da Donna Borsa A Tracolla Da Donna In Pelle Con Tracolla A Tracolla Grey Borsa A Tracolla Da Donna Borsa A Tracolla Da Donna In Pelle Con Tracolla A Tracolla Grey Borsa A Tracolla Da Donna Borsa A Tracolla Da Donna In Pelle Con Tracolla A Tracolla Grey Borsa A Tracolla Da Donna Borsa A Tracolla Da Donna In Pelle Con Tracolla A Tracolla Grey Borsa A Tracolla Da Donna Borsa A Tracolla Da Donna In Pelle Con Tracolla A Tracolla Grey
Verkehrszeichen

histoireDaccessoires Borsa a tracolla Pelle Donna SA005014ROCelio Marrone scuro

(Agf)


Si apre la battaglia Governo-Regione Toscana sul rigassificatore di Rosignano, un investimento da 650 milioni di euro firmato dal gruppo energetico Edison sulla costa toscana a sud di Livorno.

Nei giorni scorsi la Giunta regionale ha espresso all’unanimità parere negativo sul progetto, presentato 15 anni fa e adeguato nel 2015, motivando la contrarietà con i rischi ambientali; venerdì scorso il ministero dell’Ambiente ha riaperto la partita, ritenendo valida la valutazione d’impatto ambientale ottenuta da Edison nel 2010 e dando un sostanziale parere favorevole, seppur con prescrizioni. 
La Regione Toscana però non ci sta, ed è pronta a dare battaglia.

« A queste condizioni non firmeremo mai l’intesa col ministero dello Sviluppo economico necessaria per far partire i lavori », fa sapere il presidente Enrico Rossi.

Secondo la Fimaa permettere a soggetti come Airbnb di «svolgere un’attività economica senza possedere i requisiti previsti dalla legge soltanto per l’interesse di inquadrarli come sostituti d’imposta significa non voler considerare la professionalità, i costi e i sacrifici economici di una Emilia Romagna intera categoria professionale che conta più di 50mila imprese della mediazione immobiliare». Anche Federalberghi è intervenuta sul tema: «La posizione dei portali che si rifiutano di applicare le leggi in materia di tassazione degli affitti è inqualificabile e inammissibile; fa sorridere la circostanza che i colossi del web non riescano a calcolare il 21% di quanto incassato. In fin dei conti si tratta della stessa formula matematica che utilizzano per calcolare le commissioni di loro spettanza».

© Riproduzione riservata